Spedizione gratis in tutta italiaconsegne rapide in 48 ore

L’Anthurium andreanum

Postato da Maria Luisa Strippoli il

L’Anthurium andreanum è una specie della famiglia delle Araceae: come in tutte le piante della famiglia, quello che noi chiamiamo fiore è costituito da una brattea colorata (la spata) e da un’infiorescenza (lo spadice). La spata è spesso cuoriforme e ha colori vivaci, dal bianco al rosso vivo, dal rosa all’arancione: negli ultimi anni sono arrivate belle varietà verde vivo, spesso con macchie di altri colori e cultivar con una forma più irregolare delle spate.

Originario dell’America centrale e meridionale, questa specie vive nelle foreste tropicali: quindi in appartamento richiede condizioni di elevata luminosità – ma non in pieno sole – e di buona umidità sia del substrato sia dell’aria circostante. Va quindi annaffiata con una certa regolarità e di quando in quando richiede una bella spruzzata sulle foglie. Non va mai esposta a basse temperature e, soprattutto a correnti d’aria.

Può fiorire tutto l’anno, ma nel caso sfiorisse, non va buttata: si può godere a lungo del bel fogliame, di solito di un verde molto intenso, e molto probabilmente la pianta riprenderà presto a fiorire.

Alcune varietà con l’infiorescenza molto grande possono richiedere un sostegno per gli steli.

 

Curiosità

È tra le piante d’appartamento più apprezzate per come assorbe le sostanze inquinanti, in particolare l’azoto ammoniacale e la formaldeide. Fu una delle piante scelte già negli esperimenti condotti dal Dr. Wolverton presso l’ente spaziale americano, la NASA, negli anni ’70 del secolo scorso, quando si cercavano piante che potessero migliorare l’aria negli spazi ristretti.

← Post più vecchio Post più recente →