Benvenut* in Casita HeromsaSpedizione rapida in 48 ore in tutta Italia

Le Haworthia

Postato da Maria Luisa Strippoli il

Le specie di Haworthia appartengono alla famiglia delle Aloaceae, e sono molto simili alle Gasteria, con cui condividono i luoghi d’origine, i deserti ghiaiosi e rocciosi e le aride boscaglie dell’Africa meridionale.

Sono piante succulente a foglia, prive di fusto: in particolare, le Hawortia hanno foglie fitte, disposte a spirale, in più file o embricate, disposte cioè come le tegole di un tetto; sono di diversa lunghezza, spesso appuntite all’estremità, dentellate o cigliate sul bordo esterno.  Le Gasteria, al contrario, dovrebbero avere i bordi sempre lisci, ma la sempre maggiore presenza di ibridi intergenerici, fa un po’ cadere questa distinzione.

I fiorellini, poco ornamentali, sono disposti in infiorescenze e sono di un rosa pallido.

Anche se gradiscono un ambiente luminoso, è comunque opportuno non posizionare le Haworthia in pieno sole. In inverno si può arrivare a una temperatura di circa 12 °C, diminuendo drasticamente le annaffiature. Sono comunque in grado di sopportare anche le normali temperature di un appartamento. Per il resto dell’anno vanno annaffiate abbondantemente quando il terreno tende a essere completamente asciutto.

Come substrato si utilizza un buon terriccio per succulente, ricco di sostanza organica, cui si può aggiungere anche un po’ di inerti per migliorare il drenaggio: i peggiori nemici di queste piante sono i ristagni d’acqua, che possono dare origine a marciumi localizzati o generalizzati.

Le Hawortia vanno rinvasate quando la pianta ha riempito quasi completamente il vaso, senza comunque aumentare troppo la misura del contenitore.

 

Curiosità: Il nome del genere è dedicato al botanico ed entomologo Adrian Hardy Haworth. Come le Gasteria, si moltiplicano staccando i polloni o con talee di foglie.

← Post più vecchio Post più recente →