Benvenut* in Casita HeromsaSpedizione rapida in 48 ore in tutta Italia

Bonsai Serissa japonica

Geposted von Maria Luisa Strippoli am

Serissa japonica (sinonimo S. foetida) fa parte della famiglia delle Rubiaceae, ed è originaria dell’Estremo Oriente (Cina e Giappone). In ambedue questi Paesi, è utilizzata da moltissimo tempo come pianta da bonsai, per le sue caratteristiche peculiari: foglie piccole e sottili, di un verde che varia a seconda delle varietà, tronco che con la sua corteccia sembra ‘vecchio’ anche su esemplari giovani, e facilità nella modellabilità, grazie alla flessuosità dei rami. Importante anche la caratteristica dell’apparato radicale superficiale, che tende a contorcersi e serpeggiare. Si tratta quindi di una pianta su cui un appassionato di bonsai alle prime armi può facilmente esercitarsi nelle tecniche di base di quest’arte, come la piegatura e la legatura con filo metallico dei rami (avvolgimento).

Può essere utilizzata, in base alla zona, tanto come bonsai da interno (al Nord), quanto da esterno (al Centro Sud): in questo ultimo caso, è opportuno proteggerla in caso di freddo intenso e prolungato. Nei mesi più caldi, in tutta Italia può essere posta in giardino o su un balcone.

È abbastanza sensibile alla scarsa luminosità: quindi va messa in una posizione ben illuminata ma non alla luce diretta del sole. Per le annaffiature, bisogna regolarsi in base all’umidità del substrato, aumentando la frequenza a partire dalla primavera fino all’estate e diminuendola poi dall’autunno all’inverno.

Come bonsai, va potato sia nella chioma sia nelle radici; come periodo, l’operazione va fatta verso la fine dell’inverno, dopo che la pianta ha smesso di fiorire.

Se necessario, si rinvasa, utilizzando un vaso di poco più grande del precedente e un buon terriccio da bonsai, ricco di argilla Akadama.

 

 

Curiosità

Quando vengono potati, tanto i rami quanto l’apparato radicale, emettono un odore sgradevole: è per questo che uno dei nomi della specie è S. foetida. A partire dall’estate, fino al pieno inverno, ha dei bei fiori bianchi che, quando sono abbondanti, fanno apparire la pianta come coperta di neve.

← Älterer Post Neuerer Post →